Come scegliere un casco da bicicletta?

Come scegliere un casco da bicicletta?

Non obbligatorio ma altamente consigliato, il casco da bicicletta fa parte dell'equipaggiamento di base del ciclista.

Non obbligatorio ma altamente consigliato, il casco da bicicletta fa parte dell'equipaggiamento di base del ciclista. È un alleato protettivo che segue il ciclista nelle sue uscite, e deve essere comodo e adeguato al suo utilizzo. Ecco i nostri consigli per la scelta del casco da bici, sia per il ciclismo urbano, sia per l'e-bike o per i viaggi in bicicletta.

Guida alla taglia del casco da bici e come indossarlo correttamente

Quando scegliete il vostro casco da bici, vedrete ovunque la misura del casco in centimetri. È facile, non c'è bisogno di una guida alle taglie dei caschi da bici. Che si tratti di un casco da uomo, da donna o da bambino, la taglia giusta è quella della vostra testa. È semplice e universale, indipendentemente dalla marca o dal tipo di casco da bici che si sta cercando.

Quindi, prima d'iniziare la ricerca di un casco, è importante conoscere le dimensioni della propria testa. Espressa in centimetri, è utilizzata da tutti i produttori per indicare le taglie. Anche se non esiste una regola esatta per la circonferenza della testa, essa non dipende dall'altezza, dall'età o dal peso. La circonferenza cranica di un bambino piccolo può essere stimata tra 45 e 52 cm, quella di un bambino tra 50 e 56 cm e quella di un adulto tra 55 e 65 cm. Ma poiché non esistono regole morfologiche, è necessario misurare la propria testa. Il vantaggio dei caschi da bicicletta è che la misura della testa è l'unica da scegliere. Questo rende facile l'acquisto di un casco da bicicletta anche su Internet.

Come si misura la taglia della testa?

Per farlo, basta prendere un metro a nastro flessibile e passarlo al centro della fronte e della gobba occipitale sulla parte posteriore della testa. Se avete solo un metro a nastro, prendete uno spago o un nastro per misurare la dimensione esatta della vostra testa e poi misuratela con il metro a nastro.

casque de vélo

Regolazione del casco da bicicletta

Una volta scelto il casco adatto alla propria taglia di testa, è necessario adattarlo correttamente per garantire una sicurezza ottimale.

Per verificare che il casco calzi correttamente, cominciare ad allentare il più possibile la manopola di regolazione. Indossate il casco e posizionatelo direttamente sulla testa. Non troppo in avanti, ma nemmeno troppo indietro. Assicuratevi che sia all'altezza di due dita sopra le sopracciglia. Quindi regolate la manopola fino a quando il casco è sicuro senza farvi male. Per verificare se tutto è a posto, scuotete la testa "sì-no". Se il casco è sicuro, non si muove. Il casco non deve far male, non ci devono essere punti di pressione sulle tempie e sulla fronte e le schiume devono essere ben posizionate per assorbire le piccole scosse e far evaporare il sudore.

Infine, dovrete regolare il sottogola e le eventuali cinghie laterali per assicurarvi che il casco vi calzi perfettamente. Il sottogola deve essere vicino al viso senza essere troppo stretto. Le cinghie laterali devono incrociarsi sotto le orecchie e formare una forma a Y. Le fibbie di regolazione devono essere posizionate sotto il lobo di ciascun orecchio.

Guarda il nostro video tutorial su come regolare un casco da bicicletta

Come scegliere un casco da bicicletta

Sul mercato esistono diversi caschi da bicicletta per adulti tra cui scegliere a seconda delle proprie abitudini ciclistiche. Per essere sicuro, un casco da bicicletta deve essere conforme alla normativa CE NF EN 1078. Un casco conforme alle norme deve inoltre riportare le seguenti informazioni: il marchio CE, il nome e l'indirizzo del produttore, il numero della norma, la taglia e il peso, l'anno di produzione, il modello e il tipo di casco. Inoltre, tutti i caschi conformi alla norma NF EN 1078+A1 sono omologati per il ciclismo, il pattinaggio e lo skateboard. Naturalmente, tutti i caschi venduti su LeCyclo.com soddisfano questi requisiti.

Quale casco da bici scegliere per la città?


La maggior parte dei ciclisti urbani preferisce un casco da bicicletta rotondo, più estetico e meno sportivo. Fortunatamente, i caschi da città di nuova generazione sono ben ventilati per l'estate e sono progettati per accettare la pioggia e la protezione dal freddo per l'inverno. I caschi da città sono eleganti, con colori gradevoli e finiture curate. Ad esempio, il marchio Kask offre i suoi caschi Urban Lifestyle con cinturini in pelle.


Poiché tutti i caschi da bici offrono lo stesso livello di protezione, potete scegliere il vostro casco da bici urbano per il suo look. E la scelta non manca. Dai caschi da bici semplici in colori di tendenza ai caschi da bici da donna alla moda, i produttori hanno capito che per il ciclista il casco da bici estetico deve essere abbinato all'abbigliamento da strada.


Ma se non vi piace l'aspetto dei caschi da bici più belli, potete comunque proteggere la vostra testa. Ad esempio, con il casco da bicicletta autogonfiante Hovding. Si tratta di un vero e proprio airbag per ciclisti che si attiva in caso di incidente. Nella vita di tutti i giorni, può essere indossato intorno al collo come una sciarpa.

Quale casco ad alta visibilità scegliere per andare in bici in città e di sera?

Se andate spesso in bicicletta di sera, in città o in periferia, un casco ad alta visibilità è una buona scelta per garantire la vostra sicurezza sulla strada, soprattutto se abbinato ad altri catarifrangenti e elementi ad alta visibilità . Questi caschi, riflettenti. Sono una scelta eccellente per i pendolari che percorrono quotidianamente lunghe distanze in bicicletta. Anche per i ciclisti che si allenano tutto l'anno su strada. Soprattutto in inverno, quando fa buio presto e la luce del giorno tarda ad arrivare. I caschi da bicicletta ad alta visibilità

Quale casco scegliere per una bicicletta elettrica?

Le eBike sono biciclette con assistenza elettrica fino a 25km/h. In quanto tali, viaggiano leggermente più veloci della maggior parte dei ciclisti urbani. Con una eBike, è sufficiente un casco da bicicletta tradizionale. L'omologazione secondo gli standard europei è infatti la stessa. Tuttavia, con la velocità media leggermente superiore di una bicicletta elettrica, alcune caratteristiche di comfort del casco per bici elettrica cambiano. Per questo motivo i Paesi Bassi hanno sviluppato la certificazione Pédélec NTA 8776, che indica che il casco è progettato per le eBike. Ma non si tratta di uno standard europeo. Tutti i caschi per bici elettrica sono quindi certificati NF EN 1078, come gli altri caschi da bicicletta. Come scegliere il casco per bicicletta elettrica? In base alle proprie esigenze. Ad esempio, i caschi con visiera integrata saranno apprezzati per proteggere gli occhi da vento e pioggia.

Modelli di casco appositamente progettati per gli utenti di biciclette a pedalata assistita:

Nota: le biciclette elettriche richiedono un casco omologato secondo gli standard per le eBike, poiché non sono ancora stati adottati standard per le biciclette. Le biciclette elettriche che viaggiano a una velociti di 45 km/h sono diverse dalle semplici eBike. Le speed bike sono biciclette il cui motore elettrico può raggiungere i 45 km/h senza assistenza. In genere queste bici sono regolamentate come veicoli a motore. Per questo motivo, il loro utilizzo richiede l'uso di un casco omologato ECE-R 22.05.

Come scegliere un casco da bicicletta con illuminazione integrata?

Una luce rossa sul retro del casco o una luce bianca sulla parte anteriore del casco è un buon modo per essere visti da lontano sulla strada e in città. Esistono diversi tipi di luci per bicicletta che possono essere fissate al casco. Ma esistono anche caschi da bicicletta con illuminazione integrata. A seconda del modello di casco da bici con luci di sicurezza integrate, si tratta di una luce posteriore rimovibile o di una serie di LED nella calotta del casco. I caschi da bici con luci sono talvolta alimentati a batteria, ma più spesso sono ricaricabili tramite una presa USB.

Scelta di un casco da bici bluetooth o di un casco con indicatori di direzione

Con lo sviluppo delle tecnologie di comunicazione e l'aumento del ciclismo urbano, si stanno diffondendo sul mercato nuove generazioni di caschi da bici con indicatori di direzione e caschi da bici Bluetooth. Grazie alla comunicazione wireless, è infatti possibile aggiungere un pulsante di controllo sul manubrio della bicicletta per attivare le luci del casco. In questo modo, il casco da bicicletta funge da segnale delle intenzioni del ciclista, oltre a proteggere la testa, naturalmente. Il casco da bici con indicatore luminoso è particolarmente apprezzato sul bagnato, quando lasciare il manubrio per allungare la mano è più difficile se la strada è scivolosa. È anche molto pratico con una bicicletta elettrica.

Ma la maggior parte dei produttori di caschi da bici sta facendo un ulteriore passo avanti con caschi bluetooth e connessi. Innanzitutto, questi caschi sono dotati di luci e indicatori di direzione integrati che possono essere azionati dal manubrio. Inoltre, i caschi da bici Bluetooth sono collegati allo smartphone. A seconda del modello, possono avvisare familiari e amici in caso di incidente. Oppure consentono di ricevere una chiamata in viva voce in modo legale.

Quale casco da bici scegliere per il bikepacking e il cicloturismo?


Gli appassionati di ciclismo bikepacking e di cicloturismo apprezzeranno un casco semplice, ben ventilato e leggero. Non esistono caschi da bicicletta specifici per i viaggi in bicicletta. Ma i modelli più leggeri sono più comodi da indossare per lunghe ore. È utile anche una zanzariera. I caschi da bici con visiera parasole riducono inoltre l'abbagliamento. Infine, i colori chiari sono meno caldi per le giornate estive e sono visibili anche da più lontano sulla strada.

Quale casco da bici da corsa scegliere?


I caschi da strada hanno un design particolare che permette loro di essere aerodinamici e leggeri. Una forma allungata e ben ventilata caratterizza questi caschi. I caschi per bici da corsa sono generalmente realizzati con i migliori materiali per renderli il più leggeri possibile.

Seguite i nostri consigli per scegliere il miglior casco per la strada.

Casco classico da mountain bike e casco integrale da DH e enduro


Per la mountain bike e il cross country, i caschi si rivolgono a un'ampia gamma di ciclisti e il livello di guida può essere più o meno intenso. Come regola generale, i caschi da MTB hanno un sistema di ventilazione ben sviluppato e un elevato grado di leggerezza. Per la mountain bike ricreativa, qualsiasi casco è una buona scelta.


Tuttavia, per le escursioni in mountain bike più intense, la protezione deve essere maggiore. Infatti, per l'enduro o la mountain bike da discesa, il rischio è maggiore e quindi anche la protezione deve essere aumentata. I caschi sono quindi più lunghi nella parte posteriore per una maggiore protezione del collo. I caschi sono inoltre dotati di una mentoniera, talvolta rimovibile, per proteggere il viso. Il casco integrale da MTB è indispensabile per la DH e fortemente consigliato per l'Enduro.

casque de vélo BMX

Quale casco BMX utilizzare e come proteggersi durante il ciclismo freestyle?


I caschi BMX hanno ispirato i caschi urbani rotondi. Con una forma Bomber o Bowl, coprono la maggior parte del cranio e sono molto robusti per una protezione ottimale in caso di caduta. Esistono anche caschi BMX integrali, simili a quelli da motocross con una lunga visiera. Questi caschi proteggono l'intera testa e sono più spesso utilizzati dai corridori di BMX o da quelli che praticano lo sterrato. Tuttavia, il casco integrale è più scomodo in termini di peso, ingombro e visibilità per altre pratiche più urbane, come il Flat (trick sul posto), il ramp (trick in aria sui moduli dello skatepark) o lo street (trick sull'arredo urbano), che opteranno più per il casco a scodella.

Tutorial per comprendere gli aspetti tecnici dei caschi da bicicletta

Sebbene tutti i caschi venduti da LeCyclo.com siano conformi alle norme europee e garantiscano quindi la stessa sicurezza di base, la gamma di prezzi è ampia. Da meno di 20 euro a diverse centinaia di euro. A parte i caschi collegati, le differenze principali sono che il casco può essere realizzato con materiali diversi, che può avere elementi di comfort aggiuntivi o che la tecnica di fabbricazione non è la stessa.

Quali sono i diversi componenti di un casco da bicicletta?

Un casco è composto da diversi elementi chiave che garantiscono una protezione ottimale della testa in caso di caduta. Vediamo tutti questi elementi dall'esterno:

Les éléments d’un casque de vélo

  • La calotta esterna :
    Questa calotta protegge il casco da urti leggeri, è una prima protezione. Questo scafo è costituito da una lastra in PVC che viene fatta passare attraverso una macchina chiamata Termoformatrice e che la riscalderà e le darà la forma di uno stampo tramite un sistema di aspirazione. Quindi lascialo raffreddare in modo che mantenga la forma dello stampo.
  • La calotta interna :
    Questa è la parte che fornisce quindi la maggior parte della protezione. Composto da perle di poliestere, queste verranno miscelate con il vapore per gonfiarsi e adattarsi perfettamente alla forma di uno stampo. La scocca interna ed esterna vengono poi assemblate utilizzando una pressa che salderà perfettamente questi due componenti.
  • I componenti complementari :
    Una volta che il casco è stato modellato e assemblato, i produttori aggiungono le cinghie di chiusura, i sistemi di ruote se necessario e le imbottiture per la regolazione del comfort e della protezione.
  • Le decorazioni sulla calotta esterna :
    Per dare un aspetto diverso ai caschi, i produttori utilizzano un foglio di PVC o polimero su cui stampano i motivi e i colori di loro scelta. Questo foglio sarà assemblato a una lastra in PVC che costituirà il guscio esterno.
  • I diversi materiali utilizzati per realizzare un casco da bicicletta

    Uno dei criteri che varierà il prezzo di un casco è innanzitutto i materiali scelti. Infatti, a seconda dell'utilizzo di materiali più resistenti o più leggeri, il prezzo del casco ne risentirà necessariamente. Tra le principali differenze su questo punto, i materiali possono cambiare a livello della calotta esterna. Quest'ultimo, anziché essere in PVC, può essere in policarbonato o ABS. Può anche essere rinforzato con parti in carbonio. L'utilizzo di questi diversi materiali permette una maggiore protezione e una migliore resistenza alle intemperie e al sole.

    Per quanto riguarda la calotta interna, anch'essa può essere realizzata con materiali diversi. Alcuni infatti sono composti da un rinforzo interno in aramide, kevlar, nylon o carbonio che viene poi annegato nel polistirene. Questi sistemi consentono di rinforzare la struttura del casco, offrendo una protezione ottimale al ciclista, pur essendo più leggero.

    Coque interne de casque de vélo

    In questa vista trasversale si può notare la rete interna a ragnatela all'interno del casco.

    Infine, all'esterno del casco, la maggior parte dei caschi è dotata di rivestimenti protettivi. Queste vernici permettono una migliore penetrazione dell'aria e un'ulteriore protezione del casco, soprattutto contro graffi e possibili schegge.

    I diversi metodi di produzione di un casco da bicicletta

    La seconda differenza che può influire sul prezzo di un casco è il modo in cui viene prodotto. Oltre al metodo classico, esiste anche un metodo di fabbricazione più elaborato che garantisce una maggiore resistenza e un risparmio di peso: la fabbricazione in-mold.
    Questa tecnologia si differenzia nel momento dell'assemblaggio tra la calotta interna e quella esterna. Invece di avere diversi passaggi fino all'assemblaggio del guscio interno ed esterno in una pressa, ce n'è solo uno. Il guscio esterno viene riscaldato e colato direttamente durante la fase di iniezione del poliestere. Ciò rende la struttura di queste due parti molto più rigida e solidificata.

    Un altro metodo di produzione è la tecnologia MIPS svedese. Questa tecnologia è utilizzata da diversi marchi per fornire un elevato livello di protezione aggiuntiva. Si tratta di un sistema di protezione dagli impatti multidirezionale che riduce le forze di rotazione che si verificano durante un impatto e che possono causare gravi danni cerebrali. Basata sullo stesso principio del liquido cerebrospinale che circonda il cervello con un involucro flessibile, la tecnologia MIPS assorbe gli effetti dei movimenti della testa all'interno del casco.

    Scegli il tuo casco da bici per maggiore comfort e sicurezza

    Diversi elementi di comfort sono presenti sui caschi da bicicletta. Consentono inoltre di migliorare il loro aspetto pratico e, talvolta, in sicurezza. Scopri le caratteristiche principali che rendono il casco da bici comodo da indossare .

    Ventilazione e aerazione sui caschi da bicicletta

    Un casco ben ventilato consente al cranio di respirare senza lesinare sulla sicurezza. Un casco ventilato evita di ritrovarsi con i capelli troppo bagnati. La maggior parte dei sistemi di ventilazione passa attraverso i fori di ventilazione sul casco. Un piccolo extra per alcuni caschi, i fori nella parte anteriore possono essere protetti da un tessuto a rete per evitare che gli insetti vi entrino.

    Schiume interne del casco da bici

    Per migliorare il comfort e la vestibilità, la maggior parte dei caschi è dotata di schiuma posizionata contro la calotta interna. Molto spesso sono installati con un velcro che consente di rimuoverli e sostituirli facilmente per pulirli regolarmente. Alcuni caschi beneficiano anche di uno speciale trattamento antibatterico su questa parte, al fine di garantire un'igiene ottimale più a lungo.

    Manopola di regolazione sul retro del casco da bici

    Per garantire una perfetta aderenza del casco alla testa del pilota, è diventata comune la rotella di regolazione. Quest'ultimo consente di stringere o allentare la struttura interna della calotta a seconda della circonferenza della testa. Con questa regolazione, il ciclista guadagna anche in comodità poiché il suo casco da bicicletta è perfettamente adattato alla sua taglia . Questo sistema è anche molto pratico per i bambini per poter conservare un casco per un po' di tempo senza doverlo cambiare per mancanza di uno scatto di crescita.

    Visiera protettiva su caschi da bicicletta ed e-bike

    Di diverse dimensioni, forme o colori, le visiere possono avere molte funzioni come principalmente protezione dal sole o dal vento o schizzi di fango e insetti. Possono essere fissi o rimovibili in modo da poter essere disposti secondo le esigenze del ciclista. Le visiere possono essere fornite direttamente con il casco o offerte come optional.

    I caschi per bici elettriche beneficiano in particolare delle visiere. In effetti, le pedelec vengono spesso utilizzate a velocità medie leggermente più elevate. La maggiore protezione degli occhi da vento e insetti sarà particolarmente apprezzata su un casco per e-bike .

    Scegliere accessori per caschi comodi e sicuri

    Sia che si voglia proteggersi dalla pioggia mentre si pedala, sia che si voglia pedalare con il freddo, esistono accessori per casco per ciclismo pratici e confortevoli. Ma il casco può anche essere utilizzato come supporto per ulteriori accessori di sicurezza per il ciclista o la sua bicicletta. Consultate anche la nostra selezione di accessori per proteggere la bicicletta dalla pioggia e le nostre migliori scelte di abbigliamento per il ciclismo in inverno.

    Supporti per luci e telecamere da casco

    Alcuni produttori hanno sviluppato sistemi di semafori da aggiungere al casco. Questi possono essere montati sulla parte superiore tramite velcro o sul retro nei fori di ventilazione, ma sono in ogni caso progettati appositamente per non interferire con il ciclista. I supporti per caschi possono essere utilizzati anche per installare una telecamera per filmare il ciclismo.

    Parapioggia per caschi da ciclismo

    Per proteggere la testa in caso di maltempo, esistono coperture protettive per i caschi da bicicletta. Alcuni caschi sono dotati di coperture appositamente progettate. Ma se il vostro casco ne è sprovvisto, le coperture vendute separatamente sono universali.

    Protezione aggiuntiva dal freddo: berretti e passamontagna per caschi da bicicletta

    Oltre al casco, alcuni produttori hanno sviluppato accessori generalmente rimovibili per proteggersi dal freddo. Sotto forma di berretti paraorecchie o di passamontagna per il casco bici. Questi elementi possono essere agganciati e installati rapidamente per proteggere le orecchie e la fronte dal freddo.

    Naturalmente, la maggior parte dei berretti da ciclismo sono progettati per essere indossati sotto il casco, senza compromettere la sicurezza del ciclista. La differenza è semplicemente che i berretti tradizionali non si agganciano alle cinghie del casco.

    Lucchetti per caschi da bici

    Per proteggere il casco dai furti quando ci si ferma un attimo con la bicicletta, esistono i lucchetti per caschi da bicicletta. Questi lucchetti sono progettati appositamente per fissare il casco ad altre parti protette della bicicletta. Questi lucchetti sono solitamente sottili, leggeri e di dimensioni ridotte per adattarsi ai fori del casco e per essere conservati in modo ottimale.

    Quando cambiare il casco da bicicletta?

    Un casco da bicicletta, per quanto valido, non dura per sempre. È importante sapere quando cambiare o meno questo accessorio di sicurezza in modo che mantenga tutte le sue proprietà. Dopo tutto, non lo si indossa principalmente per il suo aspetto. Ci sono due motivi principali per cambiare il casco da bici. Il primo è quando il casco non svolge più la sua funzione protettiva. Un casco da bicicletta a volte si usura o si rompe, quindi deve essere cambiato. In realtà, qualsiasi casco da bicicletta che abbia subito un impatto dovrebbe essere cambiato. Sia che si tratti di una caduta dalla bicicletta, sia che il casco sia caduto da una certa altezza, ad esempio sulle scale, la garanzia del casco non è più valida. Anche se non ci sono danni apparenti, la struttura interna può aver subito danni che rendono il casco meno sicuro in caso di urti successivi e incidenti. Un casco da bicicletta che ha subito un impatto non protegge più la testa in modo adeguato.

    Il secondo motivo per cui un casco da bicicletta non è più sicuro è la sua età. Questo perché gli adesivi e la calotta interna, solitamente in polistirolo, perdono la loro efficacia con il passare del tempo. La durata di un casco varia a seconda della marca e del processo di fabbricazione. Tuttavia, è consigliabile sostituire il casco da bicicletta al massimo dopo 5 anni di utilizzo. Occorre inoltre tenere presente che i raggi UV e il calore possono danneggiare il casco da bicicletta. Se si dimentica il casco nell'abitacolo surriscaldato di un'auto in estate, il casco si danneggia e si consiglia di cambiarlo. Infine, i caschi da bicicletta per neonati e bambini devono ovviamente essere cambiati man mano che il bambino cresce e le dimensioni della testa aumentano. Un casco troppo piccolo non si adatta correttamente alla testa e non la protegge bene.

    Come scegliere il casco da bicicletta per il vostro bambino?


    Per garantire la sicurezza dei bambini, la scelta di un casco da bicicletta adatto e confortevole è essenziale. Per i ciclisti più giovani, i caschi da bicicletta appositamente adattati tengono conto delle caratteristiche particolari dei giovanissimi. Rispetto ai caschi per adulti, i caschi da bicicletta per bambini si differenziano per tre aspetti principali: le dimensioni, la forma della calotta adattata ai rimorchi e un design più giocoso. In base a questi criteri, si distingue tra caschi per bambini e caschi per ragazzi, e i caschi per bambini non sono solo versioni più piccole dei caschi per adulti.

    Scegliere la taglia giusta del casco da bicicletta per neonati e bambini

    Per proteggere i ciclisti più giovani, i produttori dispongono oggi di taglie adatte alle teste più piccole. I caschi da bici per bambini più piccoli hanno un diametro compreso tra 44 e 52 cm. Sono adatti ai bambini dai 6 mesi ai 5 anni circa. Il casco da bicicletta è obbligatorio fino ai 12 anni, ma non è raccomandato dai pediatri per i bambini che non sono ancora in grado di tenere la testa correttamente. Per quanto riguarda i caschi da bicicletta per bambini e adolescenti, le dimensioni della testa vanno generalmente da 50 a 56 cm. Ciò corrisponde ai caschi più piccoli per adulti. I caschi per bambini hanno spesso una forma interna più arrotondata per adattarsi meglio ai bambini.

    Per scegliere il casco giusto, è molto importante misurare la testa del bambino. Questo è il criterio principale per scegliere il casco giusto. Anche se andate in negozio a prendere il casco, ricordatevi di prendere prima le misure a casa. In questo modo eviterete una noiosa sessione di montaggio. Il peso dei caschi da bici per bambini e neonati si adatta anche ai muscoli dei bambini, che sono più deboli nella zona del collo.

    Una volta scelta la taglia giusta, prendetevi il tempo necessario per regolare il casco sulla testa del bambino. Senza una buona vestibilità, il casco non può svolgere il suo ruolo di protezione della testa. Guardate i nostri consigli per il montaggio del casco da bici per bambini nel video. Seguite il nostro tutorial completo su come scegliere un casco da bici per bambini e ragazzi.

    Indossare e regolare il casco da bici per bambini

    Caschi da bici per bambini progettati per rimorchi e seggiolini

    Tutti i caschi da bici per bambini sono oggi progettati per essere indossati in un rimorchio o in un seggiolino per bambini. Cosa cambia? Questi caschi bici per bambini sono meno bombati nella parte posteriore. Ciò significa che non interferiscono con l'appoggio della testa del bambino sul sedile. Ciò significa che il bambino può fare un pisolino in tutta tranquillità...

    Caschi da bici per bambini divertenti e colorati per soddisfare i più piccoli

    Man mano che il bambino cresce, svilupperà un certo gusto. Aiutatelo a scegliere un casco da bici per bambini con un colore o un motivo che gli piace. Infatti, per semplificare la vita ai genitori, i produttori puntano su colori vivaci. I caschi da bici junior hanno tutte le carte in regola per sedurre i più piccoli e incoraggiarli a proteggersi. Perché indossare un casco da bicicletta non deve scoraggiare il bambino. È un processo di apprendimento, ed è meglio farlo con piacere.

    Caschi da bici junior per il ciclismo urbano e la guida sicura in città

    Al contrario, alcuni caschi da bicicletta sono progettati per i giovani ciclisti più seri. Sono finiti i modelli per bambini. Questi caschi permettono al ciclista junior di "fare come i grandi", con una forma più urbana. Inoltre, alcuni caschi da bici junior per bambini e ragazzi offrono accessori di sicurezza per la guida in città, come le luci integrate. I caschi da bici per bambini soddisfano gli stessi standard di sicurezza dei caschi per adulti.

    Scegliere un casco multisport per bambini

    Alcuni caschi per bambini sono progettati per essere utilizzati anche più a lungo. Grazie alla doppia omologazione, i caschi da bici e da sci possono essere utilizzati tutto l'anno. Un articolo in meno da conservare, un articolo in meno da acquistare. È conveniente per tutti.

    L'uso del casco è obbligatorio per i bambini?Cosa dice la normativa

    Anche se spesso consigliato, il casco bici non è obbligatorio in Italia, nemmeno per chi utilizza le biciclette elettriche e nemmeno per i minori di 14 anni. Il nuovo codice della strada non indica l’obbligo di utilizzare questo strumento di protezione, anche se resta vivamente raccomandato, sia per i bambini che per gli adulti. Questo significa anche che, ovviamente, non è previsto alcun tipo di sanzione o multa per chi non lo utilizza. In molti altri paesi d’Europa, invece, il casco è obbligatorio con alcune differenziazioni in base all’età dei ciclisti e alla zona in cui si muovono. Per esempio, in Austria e in Francia è obbligatorio fino ai 12 anni, mentre in Spagna fino ai 16 anni. Sempre in Spagna, l’utilizzo del casco è obbligatorio per tutti coloro che circolano fuori dai centri urbani. La bicicletta, come qualsiasi altro mezzo di trasporto, richiede misure di sicurezza, soprattutto se si pedala in città e a contatto con gli automobilisti. Numerosi studi hanno dimostrato che l'uso del casco riduce gli impatti e le lesioni alla testa. I bambini sono più fragili degli adulti e, a differenza di questi ultimi, potrebbero non avere il riflesso di proteggere la testa in caso di caduta.

    Risposte alle vostre domande sui caschi da bicicletta

    La scelta del casco da bicicletta è essenziale per godersi la bicicletta e per aver voglia di indossarlo ogni volta che si va in bici. Siete molto interessati a tutte le questioni relative alla sicurezza e al comfort dei caschi e siamo lieti di rispondere alle vostre domande più frequenti.

    Avete una guida alle taglie dei caschi da bicicletta?

    Fortunatamente non c'è bisogno di una guida alle taglie dei caschi da bicicletta. A differenza dell'abbigliamento, la taglia giusta del casco è facile da scegliere. Semplicemente perché la taglia del casco corrisponde esattamente alla misura della circonferenza della testa.

    È necessario sostituire un casco da bicicletta che non presenta danni evidenti?

    Purtroppo sì. Se il casco da bicicletta ha subito un urto, deve essere sostituito. Anche se è stato lasciato al caldo intenso. E se è un po' troppo vecchio, cioè se lo usate da più di 5 anni, dovreste anche comprarne uno nuovo.

    Qual è la differenza tra un casco da bicicletta da donna e uno da uomo?

    Non c'è differenza. Alcuni marchi preferiscono commercializzare caschi colorati o a fantasia come più femminili o maschili, ma è una questione di gusti. Il casco da bici da donna è semplicemente un casco da bici che protegge la testa della ciclista!

    Sullo stesso tema
    Quels antivols vélo homologués assurance choisir ?
    Sécurité

    Content is handled by Storyblok.

    Quel antivol vélo électrique choisir ?
    Sécurité

    Content is handled by Storyblok.

    Quand le casque est-il obligatoire à vélo ?
    Sécurité

    Content is handled by Storyblok.